ENTRA Partecipa anche tu! Registrati

Politica economia » Renzi da Berlusconi » Sinistra Nazionale: cos'è?



Virgilio Forum

Messaggi: 1631

Post dell'utente

Sinistra Nazionale: cos'è?

Così ci descrive WIKIPEDIA, anche se non esaustivamente:

Sinistra Nazionale è un movimento politico erede in parte del Nazi-maoismo degli anni '60 e in parte dell' area che negli anni '70 veniva definita "Nuova Destra" di Alain de Benoist, facente parte dell' area della destra sociale. Riferimenti più remoti di questa ideologia si possono ritrovare nel Sansepolcrismo, in Nicola Bombacci, in "Pensiero Nazionale" di Stanis Ruinas e nell'ultimo fascismo socialisteggiante della "Repubblica Sociale Italiana". Tra i fondatori del "Movimento Antagonista - Sinistra Nazionale" nel 1994 Luigi Costa di Pieve di Cento (BO) e Flavio Laghi di Forlì. Si considerano gli eredi delle lotte di Beppe Niccolai.

Ideologia

Critica nei confronti del comunismo sovietico in quanto avrebbe fraudolentemente tradito le speranze del proletariato e della rivoluzione d'ottobre facendo solamente passare il popolo da un padrone all' altro, un padrone rivelatosi peggiore, lo Stato o che dir si voglia i burocrati.

Sulla base di questo sostengono che il vero socialismo sia quello che Benito Mussolini (da socialista quale, secondo loro, era sempre rimasto) intendeva costruire in Italia prendendo il potere da anticomunista e trasformando un po' alla volta il sistema economico e sociale italiano in comunista, secondo la strategia temporeggiatrice del fabianesimo. Dalle colonne di Pensiero Nazionale Ruinas più volte mandò messaggi in cui esprimeva ai comunisti la sua incapacità di comprenderli: « A costo di passare per un ingenuo, confesso di non comprendere come agli uomini che si autoproclamano rivoluzionari - socialisti, comunisti, anarchici - e che per i loro ideali hanno sofferto la galera e l' esilio, possano plaudire all' Inghilterra plutocratica e all' America trustistica che in nome della democrazia hanno devastato l' Europa »


Quest'area politica ha come scopo la lotta al "Nuovo Ordine Mondiale", l'Europa unita "da Lisbona a Vladivostok", la socializzazione dell'economia e dello Stato, regolati dal corporativismo e dalla meritocrazia ed inseriti in un'ottica di fiscalità monetaria e credito sociale. In molte cose si differenzia dallo stereotipo classico del "fascismo", a differenza del quale la Sinistra Nazionale è:

  • Comunitarista
  • Anticlericale
  • Socialista
  • Nazionalista
  • Anticapitalista
  • Opposta a qualunque forma di "Stato di polizia"

E' antisionista, ma non su basi razziali bensì sociologiche e socioeconomiche. Sinistra Nazionale rivendica come propria la matrice socialista e democratica del Fascismo e ne sconfessa quella dittatoriale reazionaria e conservatrice, a cui fanno riferimento i partiti tipicamente di destra. Alcuni elementi della Sinistra Nazionale ma non tutti ambiscono ad un'unità di azione con l' estrema sinistra comunista.

Il Movimento aveva un mensile "Aurora" ed un sito: Aurora. Alcuni simpatizzanti si sono convertiti all'islam, sono filopalestinesi e professano l'antiamericanismo. In generale sono poco critici nei confronti di Cuba e tra i loro riferimenti politici e culturali si trovano accostati Che Guevara e Rudolf Hess, svastica e falce e martello. In campo storico internazionale ha come referenti ideologici il British Union of Fascists di Oswald Mosley, le SA di Ernst Röhm e Gregor Strasser, l' ala di sinistra della Francia di Vichy di Pierre Drieu La Rochelle, Jacques Doriot, e del belga Léon Degrelle, l' economista e poeta americano Ezra Pound.

Vedono invece in Adolf Hitler il peggior nemico del fascismo, colui il quale è stato la causa della sua sconfitta, secondo essi Adolf "Rothschild" Hitler è stato il miglior agente segreto che il capitalismo internazionale abbia mai avuto.

Criticano la storiografia ufficiale (che essi chiamano "vulgata") ma sostengono di indagare per scoprire la verità tramite il revisionismo, sulla seconda guerra mondiale e sui campi di concentramento tedeschi, ponendo l' accento sui crimini di guerra Alleati e partigiani.

Non riconoscono nella Spagna franchista uno stato fascista, e di conseguenza neanche nelle dittature sudamericane. Attualmente il referente del movimento è il giovane casertano Ernesto Ferrante insieme agli ex dirigenti napoletani di Lotta di Popolo Nando de Angelis ed Aldo Guarino.Vicino alla sinistra nazionale è anche il sito d'informazione http://www.rinascita.eu/ Vanta rapporti di collaborazione con il Partito Bolscevico Nazionale russo e con il Movimento Internazionale Eurasiatista di Aleksandr Gel'evič Dugin. [1]

Virgilio Forum